Villa Cicogna Mozzoni

... e i suoi Giardini

http://www.villacicognamozzoni.it

Villa Cicogna
Foto di fil@va


Il casino di caccia fatto erigere dai nobili Mozzoni a Bisuschio divenne ben presto famoso per la caccia all'orso bruno, che allora infestava questi monti. Ad una di queste battute partecipò anche il Duca di Milano, Galeazzo Maria Sforza, che si ritrovò da solo a dover fronteggiare un orso ferito e inferocito. Solo l'intervento coraggioso di Agostino Mozzoni e del suo cane lo salvò da una morte certa. Questo atto fu premiato con favori ed esenzioni da alcune tasse per cui il potere e l'autorità della famiglia aumentarono.

Successivamente, il casino fu abbellito e completato con affreschi dei Fratelli Campi di Cremona e della loro scuola, e trasformato in elegante dimora nobiliare di campagna, circondata da un importante giardino all'italiana abbellito da terrazze, statue, aiuole fiorite e giochi d'acqua.

Il giardino fu voluto nel 1560 da Ascanio Mozzoni, uomo di grande cultura che riportò dai suoi viaggi a Firenze e a Roma spunti per la sistemazione del suo giardino a sette livelli. Nel 1580 la sua unica figlia andò sposa a Giovan Pietro Cicogna dalla cui discendenza si arriva agli attuali proprietari che ne curano personalmente la gestione.

Pregevole la scalinata d'acqua a due rampe, con un ruscello in mezzo che scende dritto verso i saloni della villa.

Bisuschio Villa Cicogna
Foto di fil@va

Il giardino murato è un esempio di giardino formale all'italiana, con siepi di bosso, vasche, fontane e una grotta con singolari giochi d'acqua. Il giardino formale sfuma poi in un parco romantico man mano che si sale al belvedere. Una guida conduce agli appartamenti affrescati del piano nobile, arredati con mobili, suppellettili e quadri di varie epoche.

villa Cicogna


Villa Cicogna
Foto di Angelo Ferrarello

Bisuschio Villa Cicogna
Cancello e volta dell'ingresso
Foto di Eugenio Pigato

Villa Cicogna


Villa Cicogna
Foto di Roberto Garoscio

Bisuschio Villa Cicogna
Foto di fil@va