Pino sulla sponda del Lago Maggiore

Pino Panorama


E' l'ultimo comune lombardo sulla sponda del Lago Maggiore ed anche, in assoluto, il comune italiano con il nome più lungo.

L'abitato è caratterizzato da una torre medievale (sec. XIII), in cui ha sede il municipio, e dalla chiesa di San Quirico, dal cui sagrato si gode un bel panorama sul lago.

Nel medioevo "Saxo de Pino" rappresentava il confine tra il Contado del Seprio e il Sopraceneri, nonché il limite nord della Diocesi di Milano. Da qui si controllavano agevolmente le due sponde dell'alto lago e i traffici provenienti da Bellinzona.

Ai piedi del promontorio, detto il 'Sasso di Pino'; il porticciolo e il lido di Zenna, con la sua spiaggetta.

 

 

Dario Fo
"Il paese dei Mezaràt"
Giangiacomo Feltrinelli Editore

 

"... come siamo arrivati a Pino Tronzano ... Io ero letteralmente affascinato da quel posto: la stazione era più grande di quella dov'ero nato. Noi si abitava sopra, al primo piano. Un centinaio di metri più sotto, a piccco, c'era il lago.

Alle spalle montava una parete rocciosa dentro la quale era scavata una strada che, disegnando un gran numero di tourniquet, saliva fino al paese: una cinquantina di case abbarbicate quasi una sull'altra come in un bassorilievo romanico. C'erano una torre antica, un campanile con sotto la pieve e un gran palazzo che ospitava il municipio, la scuola e pure il pronto soccorso
."

 

Pino Panorama
Panorama

Pino Panorama
Panorama


Pino la Torre
La Torre

Pino Lido di Zenna
Il Lido di Zenna


* A seguito della pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione Lombardia della L.R. n. 8 del 30 gennaio 2014, è stato istituito il Comune di Maccagno con Pino e Veddasca, nato dalla Fusione tra i Comuni di Maccagno, Pino Lago Maggiore e Veddasca.